Chi è il boss del Parco Verde di Caivano?

Chi comanda il Parco Verde di Caivano?

Il clan di riferimento per la terra del Molise è quello Sautto-Ciccarelli del “Parco Verdedi Caivano.

Chi è Antonio Natale?

Antonio Natale, il 22enne di Caivano, scomparso e poi ritrovato cadavere nei pressi di un campo rom, era un ragazzo che viveva in una famiglia per bene. Nel Parco Verde di Caivano esistono diverse famiglie non legate alla malavita e allo spaccio e quella del ragazzo ucciso è una di queste.

CHI LA ucciso Antonio Natale?

Domenico Bervicato, finito nel registro degli indagati per l’omicidio di Antonio Natale, era stato arrestato per traffico di sostanze stupefacenti nei giorni scorsi. Il giovane fu tra l’altro trovato in possesso di un biglietto aereo con destinazione Sharm el Sheik.

Quanto guadagna un Capopiazza?

Uncapo-piazza“, una sorta di responsabile dell’organizzazione criminale sul luogo dove si smercia la sostanza stupefacente, ha uno “stipendio” da quindicimila euro.

Perché si chiama Caivano?

Il nome Caivano ha origine gentilizia, proviene dal latino Calvius a cui è stato aggiunto nel tempo il suffisso anus, che indica la proprietà feudale, inoltre nel tempo la “L” è stata sostituita con la vocale “I”.

Chi sono i bervicato?

Domenico Bervicato, 20 anni, residente a Caivano e ristretto nel carcere di Poggioreale. Massimo Bervicato, 49 anni, residente a Caivano e ristretto nel carcere di Poggioreale. Francesco Bervicato, 22 anni, residente a Caivano e ristretto nel carcere di Poggioreale. Giovanni Bervicato, 42 anni, residente a Caivano.

Come è stato ucciso Antonio di Caivano?

Per gli inquirenti non ci sono dubbi, Antonio Natale è stato prima pestato a sangue e poi ucciso con diversi proiettili alla nuca. Dunque si tratta sicuramente di omicidio. Antonio Natale era scomparso dal 4 ottobre.

Dove è morto Antonio Natale?

Parco Verde di Caivano
Antonio Natale ucciso a Caivano, lunedì l’autopsia: i dubbi su cause e giorno della morte. Lunedì verrà effettuata l’autopsia sul corpo di Antonio Natale, il 22enne scomparso dal Parco Verde di Caivano (Napoli) il 4 ottobre e ritrovato senza vita 14 giorni dopo in un terreno.

Dove è stato trovato il corpo di Antonio Natale?

Il corpo del ventiduenne ritrovato nelle campagne al confine tra Caivano, Acerra e Afragola, presenterebbe fori compatibili con colpi d‘arma da fuoco. Non una lupara bianca, ma un omicidio commesso probabilmente in un luogo diverso da quello in cui è stato trovato il cadavere, a pochi passi dal campo rom.

Quanto guadagna una vedetta?

Una Guardia Giurata in Italia guadagna in media 1.050 € netti al mese, cioè circa 18.000 € lordi all’anno. Lo stipendio minimo di una Guardia Giurata in Italia è di circa 940 € netti al mese. Lo stipendio massimo di una Guardia Giurata in Italia è di circa 1.700 € netti al mese.

Quanto guadagna un clan?

La stipendio media nazionale per la professione di Clown è di €12.657 in Italia.

Che zona è Caivano?

Caivano è situato nella vasta Pianura campana a nord dell’Area Metropolitana di Napoli, in posizione baricentrica tra il capoluogo di regione, Caserta, l’agro aversano, l’agro nolano e la Valle Caudina.

Quanti chilometri quadrati e Caivano?

27,1 km²Caivano / Area
Il territorio del comune di Caivano ha una superficie di 27,22 km2 e una densità abitativa di 1.383,32 ab./km2 (densamente popolato). L’area del Comune appartiene alla zona altimetrica denominata pianura.

Come è morto il ragazzo di Caivano?

Antonio Natale trovato morto a Caivano, le ferite compatibili con colpi d’arma da fuoco. … Da un primo esame esterno eseguito sul corpo del giovane sono emerse ferite ritenute compatibili con quelle che possono provocare i colpi di arma da fuoco.

Dove è stato trovato Antonio Natale?

Il cadavere di Antonio Natale è stato trovato dai carabinieri nel pomeriggio di martedì 18 ottobre, in un campo rom nelle campagne di Casolla, frazione di Caivano, vicino Afragola, a ridosso dei Regi Lagni.

Come è morto Antonio il ragazzo di Napoli?

Napoli, 24 dicembre 2021 – “Stanno facendo le rapine”. È stata questa l’ultima telefonata ricevuta da Antonio Morione, il 41enne ucciso ieri sera a Boscoreale durante una tentata rapina. Freddato da un colpo di pistola alla testa, l’uomo è morto nel tentativo di sventare una rapina nella pescheria di famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.