Cosa si intende per agenzia d’affari?

Quali sono le agenzie di affari?

Le agenzie d’affari sono imprese che offrono la loro intermediazione per la trattazione di affari altrui e prestano la propria opera a chiunque ne faccia richiesta con esclusione di tutte quelle discipline che richiedono una specifica abilitazione.

Chi deve tenere il registro degli affari?

Secondo quanto stabilito dall’art. 120 del Tulps, chi esercita l’attività di conduzione di una agenzia di affari ha l’obbligo della tenuta di un “Registro giornale degli affari”, che, prima dell’uso, deve essere bollato e vidimato, a seconda dei casi, dalla Questura o dal Comune.

Come aprire una agenzia d’affari?

La Dichiarazione di Inizio Attività da presentare al Comune, l’apertura della partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, la registrazione presso la Camera di Commercio e la regolarizzazione delle posizioni INPS e INAIL sono tutti passaggi da fare.

Come si compila un giornale degli affari?

Ai sensi degli artt. 219 e 220 del R.D. 6/5/1940 n. 635 il Registro giornale degli affari deve indicare, di seguito e senza spazi in bianco, il nome e cognome, domicilio del committente, la data e la natura della commissione, il premio pattuito, esatto o dovuto e l’esito dell’operazione.

Cosa fa un agenzia disbrigo pratiche?

Il compito dell’agenzia disbrigo pratiche è quello di far evitare quelle odiose fila che cittadino e aziende dovrebbe fare per recarsi allo sportello di un ufficio per risolvere un disguido burocratico, ma non solo. Questo tipo di impresa ha tra le sue attività quello di ritirare e rilasciare certificati di vari enti.

Come aprire un’agenzia di intermediazione?

Per aprire unagenzia di lavoro ed esercitare la tua attività professionale devi costituire una società di capitali o cooperativa e iscriverti all’Albo unico delle agenzie per il lavoro tenuto dalla Direzione Generale per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione Professionale.

Come vidimare giornale degli affari?

Il Registro può essere vidimato dal Comune, previa richiesta e presentazione dell’originale dello stesso all’ufficio preposto, oppure la ditta può procedere all’autovidimazione nelle forme previste dal c.c., come da autodichiarazione resa della pratica presentata al SUAP per l’avvio dell’attività.

Come aprire un centro multiservizi?

Qual è l’iter burocratico da seguire?

  1. inviare una richiesta al Dipartimento delle Comunicazioni per ottenere l’autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico.
  2. ottenere la licenza individuale che consente di offrire diversi tipi di servizio.
  3. aprire una Partita Iva.
  4. definire il codice Ateco principale dell’attività

Quanto costa aprire un Centro servizi?

Aprire un agenzia di servizi in franchising in completa autonomia (senza quindi affiliarsi ad agenzia di servizi già avviate) presenta dei costi d’avvio che si aggirano sulle 20.000 / 30.000 euro. Se si sceglie invece di aprire un‘agenzia di servizi alle imprese in franchising i costi sono molto inferiori.

Quanto si guadagna ad aprire un ufficio di disbrigo pratiche?

I guadagni? Le provvigioni sulle pratiche si aggirano intorno al 10%: in altri termini, si parla di 35-40 euro su una nuova immatricolazione. Per il bollo si incassa solo 1,55 euro, mentre il servizio più redditizio è la consulenza sulle norme per il trasporto.

Cosa può fare un agenzia multiservizi?

Un‘impresa multiservizi specializzata in pulizie è regolamentata, nel quadro normativo italiano, dalla legge n. 82/1994 e successive modificazioni, opera in diversi ambiti, tra cui i seguenti:

  • attività di pulizia;
  • disinfezione;
  • disinfestazione;
  • derattizzazione;
  • sanificazione.

Cosa ci guadagnano le agenzie per il lavoro?

Le Agenzie Interinali applicano di fatto una percentuale sul costo orario globale dal lavoratore interinale. … In genere, ma non è una regola precisa, secondo le informazioni che si possono reperire, i corrispettivi delle agenzie interinali oscillano tra il 5% ed il 18% sul costo orario del lavoro.

Quanto costa aprire un agenzia per il lavoro?

per essere autorizzati ad aprire unagenzia di lavoro bisogna versare un capitale sociale variabile fra i 25.000 e i 600.000 euro a seconda della tipologia di agenzia da avviare.

Come è fatto il libro giornale?

Il libro giornale deve contenere tutte le operazioni che l’azienda ha effettuato che: devono essere elencate in maniera cronologica. devono essere registrate con il metodo della partita doppia. prendono il nome di articoli, sono corredate di descrizione e riportano gli importi corrispondenti a Dare e Avere.

Quanto costa aprire una multiservizi?

20.000 euro
L’investimento minimo di partenza per aprire un’agenzia multiservizi, tra locazione, arredi, attrezzature, personale, burocrazia, consulenze, etc., è di almeno 20.000 euro.

Come aprire un negozio di Multiservizi?

Qual è l’iter burocratico da seguire?

  1. inviare una richiesta al Dipartimento delle Comunicazioni per ottenere l’autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico.
  2. ottenere la licenza individuale che consente di offrire diversi tipi di servizio.
  3. aprire una Partita Iva.
  4. definire il codice Ateco principale dell’attività

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.