Quali sono i compiti della Direzione Territoriale del Lavoro?

Quali sono le funzioni dell’Ispettorato territoriale del lavoro?

In base alle direttive emanate dal Ministero, l’Ispettorato esercita e coordina sul territorio nazionale la funzione di vigilanza in materia di lavoro, contribuzione, assicurazione obbligatoria e di legislazione sociale, compresa la vigilanza in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Quali sono le attività di esclusiva competenza della Direzione Territoriale del Lavoro?

l’analisi e la certificazione dei contratti di lavoro; la consulenza in materia di contratti individuali e collettivi di lavoro; la prevenzione e promozione della normativa in materia lavoristica e previdenziale; le conciliazioni monocratiche.

Che cos’è l’Ispettorato territoriale?

Gli Ispettorati sono 15 organi tecnici, presenti a livello regionale, attraverso i quali si attua la vigilanza e il controllo del corretto uso delle frequenze, la verifica della conformità tecnica degli impianti di telecomunicazioni, l’individuazione di impianti non autorizzati nonché la ricerca di metodologie tecniche …

Quando interviene l’Ispettorato del lavoro?

Tutte le volte in cui c’è una situazione di irregolarità nell’ambito di un rapporto lavorativo, il dipendente può rivolgersi all’Ispettorato del Lavoro affinché, eseguite le opportune verifiche, adotti le sanzioni previste dalla legge nei confronti dell‘azienda.

Quanto guadagna un ispettore del lavoro?

Previste per loro retribuzioni da 1440 euro netti al mese. Obiettivo: potenziare i controlli sul lavoro per garantire la sicurezza nei cantieri. Il bando, indetto dalla Presidenza del Consiglio, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio ed è aperto a tutte le lauree triennali.

Chi svolge i compiti dell’ispettorato del lavoro in materia di prevenzione di igiene e di controllo sullo stato di salute dei lavoratori?

In particolare l’Ispettorato “svolge le attività ispettive già esercitate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dall’INPS e dall’INAIL”. E con il Decreto del Presidente della Repubblica n 109 del 26 maggio 2016 “è stato emanato lo Statuto dell’Ispettorato, che ne regola l’attività. … 88 e 8 D.P.R.

Cosa vuol dire ITL?

RICHIESTA ITL Significa che l’Ispettorato Territoriale del Lavoro non ha ancora espresso il proprio parere di competenza. L’Ispettorato Territoriale del lavoro verifica la congruità del livello, mansioni, ore, qualifica, C.C.N.L.

Chi controlla la sicurezza sul lavoro?

La maggior parte dei controlli vengono svolti dalle A.S.L., tramite gli uffici di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro, e dalle Direzioni Territoriali del Lavoro, tramite il Servizio Ispezioni del Lavoro-Vigilanza Tecnica.

Cosa fanno gli ispettori INPS?

Identificazione dei presenti e raccolta delle dichiarazioni L’effettiva esistenza di un rapporto di lavoro (per accertare che non ci siano lavoratori in nero); Le retribuzioni percepite; Gli adempimenti INPS e INAIL; L’erogazione delle prestazioni INPS e INAIL.

Che significa DPL?

Le Direzioni Provinciali del Lavoro (o anche DPL) sono uffici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali . Diffusa pressoché su tutto il territorio nazionale, con sede nei capoluoghi di Provincia, consta di 93 Direzioni provinciali. Non è presente in Sicilia e Trentino-Alto Adige.

Chi può fare denuncia all’Ispettorato del Lavoro?

Chi può chiedere l’intervento dellIspettorato del lavoro? AllIspettorato del lavoro può rivolgersi direttamente il lavoratore dipendente i cui diritti sono stati lesi dal datore di lavoro. A tal fine, non è necessario farsi assistere da un avvocato o un sindacalista.

Quando si può denunciare un datore di lavoro?

Il termine prescrizionale entro cui si può proporre giudizio e denunciare un rapporto di lavoro in nero, è di cinque anni, decorrono dalla cessazione della condotta antigiuridica del datore di lavoro mantenuta per tutto il tempo del rapporto di lavoro in nero.

Quanto guadagna ispettore del lavoro Inail?

Stando alle tabelle ufficiali la figura in questione può guadagnare anche 20.000 euro lordi all’anno, dunque conti alla mano siamo sui circa 1.600 euro mensili, fino ad arrivare a ben 30.000 euro all’anno quando l’ispettore del lavoro cresce di grado e acquisisce più esperienza nel settore con il passare degli anni.

Quanto guadagna un ispettore del lavoro Inail?

Quanto guadagna un ispettore del lavoro? La retribuzione sarà direttamente proporzionata al grado di esperienza lavorativa e di anzianità, generalmente dai 20.000 euro annui fino ad arrivare ai 30.000 euro lordi all’anno.

Chi ha compiti di vigilanza e controllo?

lgs. 81/08, il quale afferma che, in materia di salute e sicurezza, il ruolo di vigilanza è demandato all’Azienda Sanitaria Locale competente in quel territorio e, nei casi preposti per competente, al Comando dei Vigili del Fuoco.

Chi svolge attività di prevenzione vigilanza e informazione in materia di sicurezza sul lavoro?

La normativa statale: Il decreto legislativo 81/2008 A livello generale il legislatore ha stabilito che, in materia di sicurezza sul lavoro, intervengono: l’azienda sanitaria locale, il comando dei vigili del fuoco, competenti in tutti il territorio sia in materia di salute che di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.